Il cliente: EUROFLORA, la più celebre delle floralies alla prima prova dell’era digitale.

Euroflora è la più importante delle floralies europee, con una storia di successi lunga cinquant’anni.

Nel 2018, a sette anni dall’ultima edizione e per la prima volta in uno scenario fortemente influenzato dal digitale, ha affrontato la sfida di un ritorno atteso, ma declinato con un nuovo format.

Il problema: 250 mila biglietti da vendere.

250 mila biglietti da vendere. Un acquisto possibile, per la prima volta, solo online e prenotando in anticipo la data di visita. Un format inedito e sfidante, in un luogo nuovo, raggiungibile esclusivamente con i mezzi pubblici. Un pubblico storico da coinvolgere nuovamente dopo sette anni dall’ultimo incontro.

Un pubblico nuovo tutto da conquistare. Un budget media pari a un terzo di quello dell’ultima edizione.

Era alta l’asticella di questa campagna e avevamo solo quattro mesi di tempo per centrare l’obiettivo.

L'idea: EUROFLORA: “come non l’avete mai vista”.

La nostra strategia si è basata su due scelte di fondo: una relativa al concept creativo e una relativa alle scelte di marketing.

La prima decisione è stata fare della differenza dell’edizione 2018 rispetto a tutte quelle precedenti il punto di forza e la leva centrale del messaggio di comunicazione.

È nata da qui l’headline della campagna:
“Euroflora, come non l’avete mai vista”.

La seconda decisione è stata impostare il media mix dedicando quasi il 30% degli investimenti al digitale e, per questo canale, dando una decisa priorità agli obiettivi di vendite rispetto a quelli di awareness ed engagement.

La scommessa era usare la leva del digitale come il canale più efficace a livello di targeting (identificare il pubblico più interessato all’evento), engagement (coinvolgere gli utenti sui contenuti della comunicazione) e conversione (tradurre l’interesse in vendite).

Strumenti e risultati: un unico interlocutore, tutti i fronti presidiati.

Con l’unica eccezione dell’ufficio stampa, abbiamo curato al 100% la comunicazione dell’evento.

– Analisi dello scenario e studio della strategia di comunicazione e marketing.

– Ideazione creativa della campagna di comunicazione.

– Progetto, sviluppo, cura dei contenuti e gestione del sito web.

– Attivazione, creazione dei contenuti e community management dei profili dell’evento su Facebook e Instagram.

– Ideazione di un progetto di digital PR (scouting e coordinamento influencer).

– Ideazione di un progetto di social engagement rivolto alla community locale.

– Graphic design per tutti i materiali promozionali, per le pubblicazioni ufficiali e per tutti i formati adv previsti dalla campagna.

– Ideazione e produzione dei video per la campagna online, nelle Grandi Stazioni e sulle Tv nazionali.

– Graphic design per il sistema di wayfinding.

– Strumenti e materiali a supporto del fund raising.

In questo caso non c’erano scuse e a parlare dovevano essere i risultati.

280k

visitatori

208k

biglietti venduti

4mil €

di vendite generate

110mil

contatti lordi nel corso della campagna

69mil

impression online

612mila

visitatori unici sul sito, con 2,2 mil di pagine viste

19mila

fan su Facebook

15mil

di utenti raggiunti sui social

566k

utenti raggiunti organicamente tramite l’evento dedicato su Facebook

7,9%

engagement su Facebook

34%

engagement su Instagram

23k

post su instagram con hashtag di campagna

Top